martedì 19-03-2019
Home / Awards 2019 / Restaurants Awards 2016

Restaurants Awards 2016

MIGLIOR RISTORANTE ALPE ADRIA 2016

Agli Amici – Godia di Udine (UD)
Emanuele e Michela Scarello. Ritmo, consistenze, gusti, tecnica, riscoprendo e valorizzando i prodotti “poveri” di mare e terra. Un passo avanti guardando indietro, una cucina d’autore fatta con il cuore.

MIGLIOR RISTORANTE DI CUCINA CREATIVA 2016

El Coq – Marano Vicentino (VI)
Lorenzo Cogo. Grande personalità e giovani stimoli, per una cucina giovane, dinamica, curiosa e globale, dedicata a gourmet giovanili. Interessante orto alla francese con piante aromatiche proprio di fronte all’ingresso a significare una connessione il più vicino possibile alla natura.

MIGLIOR RISTORANTE D’HOLTEL 2016

Do Leoni – Londra Palace Hotel – Venezia
Loris Indri, Roberto D’Alea, Samuel Baston, Marino Lucchetti. Team giovane e dinamico, eleganza, ricerca, stile pulito e sobrio, dalla cucina veneta, ricca di gusti ai raffinati cocktail pre e dopo cena.

MIGLIOR TRATTORIA TIPICA 2016

Antica Trattoria da Nicola – San Donà di Piave (VE)
La trattoria vera con i piatti della memoria tanto amati da Bepi Maffioli. 113 anni di storia enogastronomica basata sull’attenzione amorevole per le cose buone, senza fronzoli, per i prodotti mai presi a caso, frutto di accurate scelte, con- sapevoli che tra i piccoli produttori la qualità c’è sempre.

MIGLIOR CARTA VINI 2016

Perbellini – Isola Rizza (VR)
Paola Secchi. Grande cucina e grande atmosfera, raffina- ta ma senza voler strafare, cucina d’autore di Francesco Baldissarutti e carta vini straordinariamente territoriale ed internazionale. Da Premio.

MIGLIOR CESTINO DI PANE 2016

VIlla Zemono Pri Lojzetu – Zemono (SLO)
Tomaz Kavcic. Sorprese nel castello/Villa di Zemono, il pa- ne arriva in tavola spezzato con i guanti bianchi, segno di rispetto per l’ospite e per la materia prima, studi e perfe- zionamenti sulle panificazioni, sempre sorprendenti e ap- paganti.

MIGLIOR PIATTO DELL’ALPE ADRIA 2016

A Casa de Giorgio – Conegliano (TV)
Ermanno Giorgio Ongaro – piatto: Lumache alla Giorgio. Dopo 58 anni, questo piatto, la cui ricetta è rimasta segreta, sorprende in bocca, brilla di luce propria e di raffinati gusti. Ermanno Giorgio Ongaro, artefice e custode della ricetta, con una carriera nella ristorazione che dura da più di ses- sant’anni.

MIGLIOR MAITRE DI SALA 2016

Tavernetta al Castello – Castello di Spessa Spessa (GO)
Maurizio Dall’Osto. Il cognome rivela una predisposizione naturale e spontanea in sala, a promuovere cucina, vini e ospitalità di grande qualità.

PREMIO ALLA CARRIERA 2016

Giorgio Gioco – Ristorante 12 Apostoli – Verona
Un’uomo che ha dedicato la sua vita a raccontare, scrivere e comunicare a tavola la grande tradizione culinaria veronese e veneta.
Scroll To Top